Calendario dell’Avvento 2018

Il biglietto della Fata dei Giochi – capitolo 24

By 24 Dicembre 2018 No Comments

Era la Vigilia di Natale. La cena era finita e Pippi stava aprendo i suoi regali. Mancava solo quello di papà. Lui le diede il pacco dicendole:
– Vedrai, ti piacerà!
Pippi slegò il fiocco e aprì la carta facendo attenzione a non romperla. Vide spuntare una zampa di panno. Non ci poteva credere…
Strappò la carta e tirò fuori Cane di Pezza, lo strinse con tutta la forza che aveva. Poi si buttò al collo di suo padre.
– Papà! L’hai ritrovato! Come hai fatto?
– È una lunga storia, un giorno te la racconterò, anche se credo di non conoscerla proprio tutta..
Pippi era felicissima, stringeva il suo peluche preferito e pensava che quello era il più bel Natale della sua vita.

Si accorse poi del cartellino legato alla zampa del peluche, c’era una scritta che diceva:

“Ciao Pippi, abbiamo ritrovato il tuo gioco perduto, e abbiamo fatto di tutto per fartelo riavere. Abbi cura di lui e di tutti i tuoi giocattoli. Sappiamo che sei molto brava e ti consigliamo di costruire una Porta degli Elfi. Ogni casa dovrebbe averne una, così, se mai un giocattolo dovesse perdersi, con questa porta magica saprebbe come farvi ritorno!”

Buon Natale
Fata dei Giochi e i sui fedeli Elfi

Pippi non credeva a quel che stava leggendo.
– Papà dobbiamo costruire subito una Porta degli Elfi, stasera stessa!
– Certo. Magari domani però che ora mi sembra un po’ tardi. E come ti è venuta questa idea? – chiese il padre incuriosito
– C’è scritto qui, sul biglietto attaccato alla zampa di Cane di Pezza, l’ha scritto la Fata dei Giochi – disse la bimba porgendo il cartellino al padre.
E il padre lesse queste parole:

“Questo dono è un pensiero per il tuo futuro,
chi ti ha regalato un oggetto usato ha scelto per te un mondo migliore, in cui nulla va sprecato. Un mondo
dove è possibile condividere un gioco bello anche con
altri bambini.”

Buon Natale
la Signora del Negozio e la Ragazza col Tatuaggio

L’uomo sorrise pensando che la fantasia dei bimbi non aveva confini. Del resto lo sanno tutti che quello che scrivono le Fate lo possono leggere soltanto i bambini.

Puoi leggere il racconto di Pippi dal tuo PC, dallo smartphone o scaricare la pagina in PDF e stamparla per comporre il tuo libro.
Pippi e cane di pezza – capitolo 24

© COPYRIGHT 2018 ELISABETTA TAGLIAZUCCHI – TUTTI I DIRITTI SONO RISERVATI – ALL RIGHTS RESERVED