^

Il Natale nel mondo

Calendario d'Avvento - 19 dicembre

Il Natale si festeggia in tutto il mondo, o quasi, ma ogni Paese ha riti e tradizioni diverse. Ecco un piccolo viaggio alla scoperta delle curiosità del Natale. Leggi le tradizioni di tuttii i Paesi.

Dall’America del sud proviene Feliz Navidad, una canzone natalizia scritta da José Feliciano nel 1970. Guarda la bellissima interpretazione di Michael Bublé e dell’artista messicana Thalia.

Guarda tutto il calendario dell'avvento sul blog Alla Birba c'è

Il Natale nel mondo

Inghilterra
Nel Regno Unito tra le usanze del Natale c’è quella dei Christmas Crackers, cilindri di carta colorata, attorcigliati alle estremità come una caramella. Ogni persona incrocia le braccia, con la mano destra tiene il cracker, e con la sinistra tira quello del vicino. Il cracker fa un botto e salta fuori il contenuto che di solito è uno scherzo da leggere a tavola, un piccolo gingillo e una corona di carta.

Islanda
Secondo una leggenda islandese un mostruoso gatto di Natale divora chiunque non sia attrezzato per il freddo clima invernale, ecco perché gli islandesi sono abituati a regalare per Natale pesanti capi d’abbigliamento.

Giappone
Il Natale non è propriamente una festività nipponica, ma i giapponesi hanno comunque una tradizione consolidata per il 25 dicembre: quella di andare a cena nel fast food americano KFC. Per non farsi scappare il loro posto a questo imperdibile cenone, prenotano il tavolo già in ottobre.

Cile
Se credete che i nostri pranzi e cene delle feste durino troppo, pensate che in Cile si inizia a mangiale alle prime luci dell’alba del 25 dicembre, subito dopo la tradizionale messa, la Misa del Gallo.

Francia
La tradizione francese sostituisce le nostre calze di Natale con le scarpe, i bimbi francesi mettono infatti le loro scarpe vicino al caminetto e se sono stati buoni Pére Noël riempirà le loro calzature di doni.

Danimarca
Nella tradizione danese il periodo natalizio inizia con l’Avvento. In questo periodo i bambini si trasformano in folletti, vestiti di rosso con un cappello a punta e aspettando Julemanne si divertono a fare dei piccoli scherzetti.

Grecia
In Grecia il natale è infestato da creature dispettose e per noi impronunciabili, i Kallikàntzari, una sorta di folletti che durante l’anno vivono al centro della terra, ma a Natale si nascondono nelle case, facendo scherzi, spaventando i bambini e rubando il cibo che trovano.

Russia
I bambini russi dopo aver addobbato l’albero di Capodanno aspettano l’arrivo di Nonno Gelo che vive nei boschi di Veliky Ustyug e insieme alla nipote, La Fanciulla Neve, distribuiscono dono a tutti.

Spagna
In Spagna i personaggi più popolari del Natale sono i Re Magi. Los Reyes Magos sono i protagonisti dei celebri Belénes, presepi in miniatura che rappresentano la vita nel villaggio natale di Gesù e che per tradizione si costruiscono a mano in famiglia.

Messico
I messicani preparano le pifiatas, grosse pentole in coccio rivestite di carta stagnola colorata ai cui lati si applicano dei coni fatti con cartoncino o carta di riso, da cui pendono striscioline multicolori. Le pifiatas vengono riempite di frutta di stagione, confetti e pezzi di canna da zucchero e vengono rotte durante la cena.

Polonia
In Polonia le feste natalizie iniziano con l’apparizione della prima stella, la sera della vigilia. I bambini spiano ansiosamente il cielo e, appena appare il primo brillio tutti si mettono a tavola.

Finlandia
La notte di Natale i bambini guardano fuori dalle finestre, perchè sanno che arriva Joulupukki. Babbo Natale vive con Mamma Natale e tanti piccoli aiutanti all’interno di una montagna chiamata Korvatunturi. Questa montagna ha tre orecchie e serve a Babbo Natale per ascoltare i messaggi che gli arrivano da tutto il mondo.

Filippine
Nelle Filippine è famoso il Giant Lantern Festival. È il Festival delle Lanterne Giganti e si tiene ogni anno il Sabato prima della vigilia di Natale nella città di San Fernando.

Etiopia
L’Etiopia segue l’antico calendario giuliano, così il Natale viene celebrato il 7 gennaio. La celebrazione della Natività nella Chiesa ortodossa etiope è chiamata Ganna. Tutte le famiglie vanno in chiesa e tutti sono vestiti di bianco.

Alaska
Le feste di Natale in Alaska iniziano appena dopo il Ringraziamento. I bambini portano le tradizionali stelle di Natale in processione per le strade e vanno in visita di casa in casa dove vengono serviti dolci e prodotti tradizionali di Natale: biscotti, caramelle, ciambelle, salmone affumicato.

Guatemala
I guatemaltechi festeggiano il Natale ballando e cantando, la gente indossa dei cappelli chiamati Puritina, mangiano tamales e a mezzanotte accendono fuochi d’artificio.

vai all'indice